Intercultura

PROTOCOLLO PER IL RIENTRO DEGLI ALUNNI DA UN PERIODO DI STUDIO ALL’ESTERO

 

Partire per un periodo di studio all’estero è una forte esperienza di formazione interculturale. Il soggiorno di studio in un altro paese e il rapporto  di dialogo e di amicizia con coetanei che vivono e studiano in un’altra parte  del mondo rappresentano un’esperienza che fa crescere  nei giovani e nelle famiglie la comprensione internazionale, la conoscenza di altre abitudini di vita e di altre culture, insieme alla scoperta dei valori della propria  cultura  di  appartenenza.  Si tratta, inoltre, di un’esperienza altamente formativa  per  la  crescita personale  dello  studente,   che  deve  imparare  ad  organizzarsi,  prendere  decisioni  e  agire  senza  contare sull’aiuto della famiglia, dei suoi docenti, degli amici, trovandosi in un contesto completamente nuovo al quale deve adattarsi, sviluppando positive relazioni interpersonali e comunicando con gli altri.

Si tratta pertanto di un’esperienza che favorisce enormemente lo sviluppo di competenze, ed è in quest’ottica che il  percorso  all’estero  va  valutato  e  valorizzato,  aiutando  lo  studente   a  riconoscere  il  valore  delle acquisizioni,  anche  non disciplinari, e integrarle  come competenze  utili  per la vita, anziché  sottovalutarle.  Le competenze interculturali  acquisite durante  l’esperienza all’estero (capacità di relativizzare le culture, di avere fiducia nelle proprie qualità, di sviluppare responsabilità e autonomia per il proprio progetto di vita e pensiero critico e creativo) sono coerenti con molte delle competenze chiave stabilite dall’UE e con tutte  le competenze di cittadinanza.

Allegati
Mobilità in uscita presso scuola pubblica o privata estero.odt
PROTOCOLLO PER IL RIENTRO DEGLI ALUNNI DA UN PERIODO DI STUDIO ALL’ESTERO .doc
schema relazionestudente.doc
verbaleintercultura.doc